Tuttinklusi, All Inclusive e Settimo Social Club sono dei progetti di Servizio Civile all’interno delle strutture del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASL TO4 per promuovere forme di incontro e confronto tra persone con disturbi mentali, giovani in generale, familiari di pazienti, operatori e giovani volontari in particolare.

Obiettivi del progetto

  • Ridurre il pregiudizio e lo stigma.
  • Migliorare i percorsi di deistituzionalizzazione attraverso l’incontro tra tre mondi: “mondo servizi/istituzioni”, “mondo utenza” ed “il mondo del fuori”.
  • Sviluppare l’accoglienza e “l’animazione dell’attesa” all’interno dell’ambulatorio.
  • Offrire ai pazienti occasioni di relazione interpersonale nel loro percorso terapeutico e risocializzante condotto da esperti in attività ludico-creative (gite, visite a musei, soggiorni..) ed attività terapeutiche (laboratorio espressivo, musicale, d’artigianato).

Attività dei volontari

  • Aiutare gli ospiti dei gruppi appartamento a progettare il quotidiano, condividendo alcuni momenti con loro.
  • Acquisizione di consapevolezza dell’importanza della partecipazione attiva e della solidarietà nel combattere le forme di esclusione sociale in generale, ed in particolare di quelle derivanti dallo stigma relativo alla malattia mentale.
  • Sensibilizzare i giovani volontari al disagio psichico, attraverso azioni concrete, in cui siano coinvolti direttamente, orientate a favorire il superamento dei pregiudizi di cui siamo tutti portatori.
  • Acquisizione di competenze in termini di costruzione e conduzione di relazioni positive sia con l’utenza che con i servizi territoriali, in particolare nello sviluppo dei ruoli di facilitazione e mediazione sociale.
  • Acquisizione di metacompetenze individuali: di comunicazione, di relazione interpersonale, di lavoro in equipe e di cultura organizzativa, nello specifico relativamente ai servizi sanitari.
  • Attività animative e risocializzanti.
  • Affiancamento agli operatori nelle gestione delle attività, gestione autonoma di alcune attività previa definizione di compiti precisi, accompagnamenti in attività esterne (es. partite di pallavolo, spettacoli teatrali, gite..), coordinamento con gli operatori del C.D. e del C.S.M., stesura dei verbali delle riunioni, verifiche e supervisioni con il responsabile del CSM.
  • Attività di relazione con utenti inseriti al Gruppo Appartamento.
  • Collaborazione con educatori professionali e operatori socio sanitari nella programmazione delle attività quotidiane del gruppi di utenti. Sono escluse le attività concernenti le pulizie di casa, l’igiene personale, la preparazione dei pasti in quanto attività non riconducibili alle finalità della L.64/01.
  • Attività di sostegno agli utenti con l’obiettivo di prevenire le istituzionalizzazioni.
  • Supporto agli operatori nella gestione di alcune attività quali la stesura del diario giornaliero, gestione degli aspetti economici dei pazienti, affiancamento agli utenti in specifiche attività risocializzanti, riunioni d’equipe rispetto al progetto, supporto agli operatori nelle occasioni di visita dei parenti.
  • Attività di sostegno agli utenti presso il proprio domicilio e presso le strutture: affiancamento agli operatori nelle visite a domicilio o presso le strutture con obiettivi diversi a seconda del progetto di ogni singolo utente, supporto agli operatori nella gestione degli incontri con i famigliari, attività autonome se previste dal progetto quali per esempio momenti di socializzazione e/o condivisione di alcuni momenti della vita quotidiana.
Scarica la sintesi del progetto

Crediamo nella libera circolazione delle idee, chi intende ispirarsi a qualcuno dei nostri progetti può liberamente farlo o chiedere ulteriori informazioni. Chiediamo per rispetto unicamente di citare le fonti. © APS Psicopoint - Tutti i diritti riservati